Blog: http://arciprete.ilcannocchiale.it

il nazi-comunismo

Oggi è il 70° anniversario dell'effettivo inizio della 2° Guerra mondiale. Esso può infatti farsi coincidere con il Patto Molotov-Ribbentrop (i ministri degli esteri di Hitler e diStalin) che venne firmato a Mosca, il 23 agosto 1939, dal Ministro sovietico Vjaceslav Molotov e dal Ministro  tedesco Joachim von Ribbentrop. Tale patto stabiliva le zone d'influenza dei due totalitarismi nell'europa orientale.

La propaganda comunista (alla quale solo i cretini, oggi, possono continuare a credere) parla di  una guerra voluta dal nazi-fascismo, ma i fascisti entrarono in guerra solo nel 1940.

Invece furono i nazi-comunisti a occupare pezzi di Europa libera.

ll 1° settembre 1939, solo una settimana dopo che il patto era stato firmato, la spartizione dei territori polacchi ebbe inizio con l'invasione tedesca, giustificata da un pretesto. A sua volta, l'Unione Sovietica invase la Polonia da est il 17 settembre, infrangendo palesemente il Patto di non aggressione sovietico-polacco concluso pochi anni prima.

La Finlandia venne  attaccata dall'Unione Sovietica il 30 novembre.

I leaders comunisti italiani, esuli a Mosca, approvarono l'accordo con Hitler. Oggi i loro eredi dicono di aver contribuito alla democrazia nel nostro Paese.
Per fortuna hanno "contribuito" stando all'opposizione.

E ci siamo evitati la fame e i dolori che hanno subito polacchi, cechi, slovacchi, rumeni, bulgari, estoni, lituani e lettoni.

Buon anniversario.

Pubblicato il 23/8/2009 alle 10.38 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web