Blog: http://arciprete.ilcannocchiale.it

religione / 2

Dunque se io prendo una zampa di coniglio e la eleggo ad amuleto. Se mi convinco che quest'amuleto mi protegge, magari me l'ha mandato Dio direttamente dai cieli. Se quest'amuleto mi fa vincere il terrore della morte e della solitudine (Barbara, Calimero, Rip); se con il suo ausilio credo di poter crescere ed assumermi le mie responsabilità  (Lector); se mi aiuta a trovare le risposte (Graffiti); se mi protegge dalla realtà in una  campana nevrotica  (Freud, Ugolino, Gians); se mi aiuta nella conoscenza del bene e del male (Il Laicista) cosa è accaduto?

Ho fondato una religione? Sarò venerato come Mosè, come Gesù, come il Profeta?

Evidentemente no, ho solamente risposto ai bisogni che voi avete giustamente indicato, ma in forma individuale. Mi tengo stretto il mio amuleto e mi rassicuro. Ma dov'è il Libro, dov'è il rito, dove sono le cattedrali, dov'è il racconto di Zeus e degli eroi,  e quello  della formazione del mondo?

Una religione è anche tutto questo, ed altro ancora.

Dov'è l'influenza dell'amuleto nella concezione del mondo e della storia?

Pubblicato il 5/9/2009 alle 11.33 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web