Blog: http://arciprete.ilcannocchiale.it

religione / 3

Col nostro ragionamento collettivo siamo giunti alla conclusione che PER EDIFICARE UNA CIVILTA' CI VUOLE UNA RELIGIONE.

Quindi il bisogno fondamentale che cercavo con la mia domanda è di ordine sociale. Prescindendo dall'enigma sull'esistenza di Dio e constatando che le Religioni - facenti capo a dei vari, numerosi e diversi - sono potentissime è bene occuparci più di queste che di quello.

Poi dalla discussione è venuto fuori che ogni religione corrisponde alle esigenze della società  nella quale si sviluppa. Ad esempio il paganesimo è una religione per vincenti e gaudenti (con gli dei che bevono e scopano come gli eroi e i "comuni cittadini", ognuno dei quali aveva decine di schiavi); il cittedino greco e romano voleva la sua felicità qui e subito; così era capace di prendere, di violentare, di uccidere senza conoscere il senso del peccato. Anzi in queste sue nefandezze, così come nelle nobili gesta, voleva un dio che l'aiutasse non che lo giudicasse. Non sperava in un premio ultraterreno ed era capace di farsi giustizia da solo, non aveva necessità di un vendicatore nei cieli.

Al contrario le religioni  asiatiche (compresa l'ebraica da cui sono derivate il Cristianerimo e l'Islam) sono più adatte ad una società di diseredati che potevano - al più - aspirare ad un premio nell'altra vita, perchè questa era dura.
Religione e comunità sociale si formavano insieme ed assumevano maggiore forza se erano ben strutturate e rispondevano ai bisogni dei singoli. Quindi le religioni declinano e scompaiono come le società che hanno concorso a formare. Gli esempi sono numerosissimi.

Pubblicato il 9/9/2009 alle 10.9 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web